Tra ieri e oggi mi è tornata voglia di riaprire il mio blog e scrivere.

Il mio ultimo post è datato 6 giugno 2014. Già. 478 giorni fa, ovviamente se i miei calcoli da pessima matematica non errano. O comunque giù di lì, il concetto è che sono davvero tantissimi.

Mille dubbi dopo 478 giorni di assenza: che si scrive dopo tutto questo tempo? e soprattutto, ci sarà ancora qualcuno che legge? e chi capita sul mio blog, che penserà di una che lascia passare più di un anno tra un post e l’altro? mica troppo seria come blogger….

La risposta che ho trovato alle mie domande è: “come al solito nella vita ti fai troppe domande”. Chissenefrega di tutto quanto, diciamo che la voglia di scrivere è venuta a me e quindi che come prima cosa scriverò per me, poi si vedrà.

A differenza del mio ultimo post, e rileggendolo era direi anche piuttosto disfattista, credo che non farò promesse di nulla. Soddisfo solo la mia rinata voglia di scrivere e quindi ricomincio. La frequenza con cui lo farò la scopriremo solo vivendo.

Ieri sono scesa in giardino con Tommaso in una giornata che sembrava di nuovo essere estiva (mentre oggi qui è di nuovo novembre, mannaggia) e ho dato qualche tagliuzzata qua e là a cose che avrei dovuto sistemare in realtà un pò prima nella stagione. Però nonostante questo, le Ortensie che ho tagliato da mettere nei miei vasi in casa sono ancora belle. Mi hanno aspettato, sapevano che prima o poi avrei pensato a loro. E la Persicaria Filiformis, in piena fioritura in questo periodo, ha invece pensato bene di invadermi il giardino….poverina, in realtà è una bella pianta…solo forse un pò troppo “entusiasta di vivere” ecco!

Grazie, a chi mi ha aspettato in questo spazio, o anche solo grazie a questo spazio che è rimasto qui, bianco, sempre mio, ad aspettare che io tornassi ad essere di nuovo pronta per scrivere.

Si ricomincia? Ma si, dai.