La nostra erbetta cresce!
Fragoline di bosco in fiore

In queste vacanze di Pasqua mi sono dedicata al solo riposo in montagna e ho un pò trascurato sia il mio giardino che il mio blog….anche se ho preparato una “sorpresina”, che a dire il vero un pò mi imbarazza ma che vi posterò nei prossimi giorni perchè ormai l’ho fatta e quindi…:-)
Nonostante io abbia “abbandonato” il giardino al suo destino in questi giorni, stasera rientrando dalla montagna sono stata felicemente sorpresa da un bel pò di progressi, che vi documento con qualche fotina. La fortuna del giardino è che rispetto al balcone è un pò più “autonomo” nei periodi in cui ci si assenta per le vacanze, però per consolarvi vi assicuro che dà un sacco di lavoro quindi non è tutto oro quello che luccica!

Polemonium

Un consiglio però ve lo dò lo stesso, piccolo piccolo: mentre facevo un giro di ricognizione stasera, sui boccioli nuovi delle rose (e in generale sulle foglioline nuove che si stanno aprendo in questo periodo) ho trovato i primi afidi. Si tratta di piccoli, “simpatici” pidocchietti verdi (o anche neri), che stanno lì fermi e buoni sulle foglioline nuove. La soluzione, rigorosamente biologica, è di prendere un pezzo di carta inumidito con un pò di acqua e di toglierli dalle foglioline. So che forse non è il massimo della simpatia come lavoretto, ma mettetevi un paio di guanti e sembrerà tutto più “gestibile”! Usando questo rimedio, se avete bimbi oppure se coltivate anche un piccolo orto sul vostro balcone, non rischierete di fare danni con pesticidi chimici. Oltretutto gli afidi temono proprio l’umidità quindi con un pezzo di carta inumidito otterrete l’effetto desiderato, cioè di eliminarli. Sappiate che gli afidi arrivano in questa stagione di primi caldi primaverili e che amano le foglie più tenere delle vostre piante, quindi tenetele d’occhio spesso…

Dicentra spectabilis
Vinca