La scorsa settimana ne ho inventata un’altra delle mie: ispirata dai tanti glicini che vedevo in giro, una delle piante che da anni amo particolarmente in fioritura in questo periodo, una sera uscendo dall’ufficio ho preso il mio adorato Iphone e sono andata a fare un pò di foto a quelli che reputo tra i migliori esemplari nella mia città. L’ho chiamato “Flower tour”, proverò a riproporlo in futuro con altre tipologie di piante ma per ora godetevi “Sua Maestà” il GLICINE. 

Flower Tour tappa #1 c.so Agnelli angolo c.so Tazzoli
http://followgram.me/gardenvale/168031240166664263_964953


Flower Tour tappa #2 c.so Trapani
http://followgram.me/gardenvale/168042545988593833_964953

Il glicine è stato la mia passione fin da che il mio spazio da coltivare era un balcone. Non ho mai avuto il coraggio di provare a coltivarlo perchè sentivo solo dire che era una pianta che dava il suo meglio in giardino, che aveva bisogno di molta terra per essere coltivata, che era vigorosa e quindi non adatta in balcone. Bene, vi confermo che dopo “approfonditi studi” la situazione è ancora quella ma io vi dico una cosa: se proprio lo amate provateci lo stesso, sapendo che dovrete sacrificare un pò di spazio ad altre piante perchè è molto “invadente” e che la fioritura non potrà mai essere quella che farebbe in piena terra: a mio parere però vi riempirà lo stesso il cuore di gioia se lo coltiverete seguendo un paio di accortezze.

Un pò di info: il nome botanico è Wisteria, varietà Sinensis oppure Floribunda. E’ un rampicante caducifolio, cioè che perde le foglie in autunno, i suoi fiori profumatissimi e a forma di grappolo (lilla tipicamente, in alcune varietà anche bianchi) compaiono in marzo sui rami nudi.
Nella mia casa attuale ho avuto la fortuna di “ereditarne” un esemplare che si arrampica, già da parecchi decenni considerate le dimensioni, sul nostro portone carraio e devo dire che confermo, resta una delle mie piante preferite.

Flower tour tappa #3 via Giacomo Medici
http://followgram.me/gardenvale/168045787631937732_964953

Qualche consiglio se lo amate tanto come me e volete coltivarlo in balcone. Primo deve essere un balcone esposto in pieno sole, la meravigliosa fioritura del glicine, sia come quantità che come intensità di profumazione,dà il suo massimo con molte ore di sole al giorno. Seconda cosa, considerate che avrà bisogno di anno in anno di essere rinvasato in un vaso più grande, fino ad arrivare a volerne uno “molto” grande per avere a disposizione più terra possibile per le sue radici. Quindi partite da un esemplare giovane in modo che vi sia facile farlo arrampicare. E’ un rampicante molto vigoroso che se non governato dopo molti anni è capace di “deformare” i supporti su cui si arrampica. Altrimenti in molti garden vendono delle piante già potate e sviluppate ad alberello, può essere una soluzione alternativa. La accortezza è di ridurre i rami più ingestibili in estate e poi in autunno potarlo per ridurne la forza e contemporaneamente stimolarne la fioritura successiva. Sempre per stimolarne la fioritura, in inverno concimare con concime a base di azoto. Acquistatelo infine possibilmente già in fiore, se in questo periodo non li ha potrebbe essere una pianta nata da seme e rischiate che per parecchi anni non faccia la fioritura. Vi ho convinti? Ci provate?

…e questo è il mio!!! Tanta soddisfazione!