Persicaria filiformis comprata a Masino
dagli amici dell’Erbario della Gorra

Ebbene si, l’autunno è davvero arrivato e con lui anche un sacco di lavori di riordino da fare in giardino. Un paio di giorni fa, approfittando di una bella giornata di sole, abbiamo ripulito un pò il giardino dalle foglie che sono cadute in queste settimane dal tiglio del giardino a fianco a noi. Le foglie a dire il vero sono un prezioso alleato per la stagione fredda, perchè sparse sulla terra sono una pacciamatura naturale che tiene al caldo le piante che abbiamo in giardino. Naturalmente possiamo usarle tranquillamente anche per coprire la superficie dei vasi del nostro balcone, basta spargerle sul vaso per coprire la terra e tenere così le radici al calduccio per i mesi freddi.
Noi ne abbiamo tolte un pò perchè invece sull’erba non fanno molto bene…più che tutto perchè da noi ormai batte molto poco il sole e quindi il rischio che rimanessero troppo umide e marcissero favorendo funghi e quant’altro non era il massimo come prospettiva.

Questo è anche un buon periodo per fare una semina di riempimento del prato. Noi un paio di settimane fa abbiamo seminato un pò di trifoglio nanissimo che sta piano piano crescendo, in modo da andare a riempire quelle zone in cui erano rimasti un pò di buchi. E’ un buon periodo perchè il caldo ormai è un ricordo, il gelo per fortuna non è ancora arrivato ma l’umidità della notte e dell’aria anche del giorno aiuta l’erba a radicare. E poi la neve dell’inverno farà il resto, la rinforzerà in vista della prossima primavera. In questo periodo è anche la stagione buona per dare un pò di concime a lenta cessione alle nostre piante, che vanno sì “in letargo” ma all’arrivo della stagione bella avranno accumulato sostanze nutritive preziose. Ne parleremo tra un pò, perchè per qualche settimana abbiamo ancora tempo…

Questa è la stagione della vite americana (Parthenocyssus tricuspidata) che per nostra fortuna ci è arrivata “in eredità”…il che significa che, per quanto si arrampichi sulla recinzione del nostro giardino, le sue radici stanno nel cortile dell’oratorio vicino, e così con davvero pochissimo impegno da parte nostra tolta di qualche potatura di contenimento ogni tanto, lei in autunno ci delizia con questa meraviglia di colore rosso!

Ancora un pò di colori d’autunno in giardino ce li danno le Hydrangee quercifolie che virano ormai al giallo e le Hosta che stanno andando anche loro in riposo vegetativo. Queste ultime in particolare, insieme alle altre nostre erbacee perenni, saranno poi da potare completamente a febbraio, perchè dalla primavera in poi rimetteranno foglie dalla base del cespo. Ogni anno però si allargano quindi non disperiamo di doverle potare sempre a zero, saranno comunque sempre più grandi un anno dopo l’altro!  

Questi invece gli ultimi acquisti fatti alla fiera al Castello di Masino un paio di fine settimana fa, un paio di Hydrangee ancora in fiore.

Hydrangea paniculata “Vanille fraise”

Hydrangea paniculata “Lime light”

Ed ecco il primo bocciolo di Camellia Sasanqua che si prepara a darci grandi soddisfazioni quando il resto del giardino sarà in riposo. Questa varietà di Camellia fiorisce durante l’inverno, da dicembre a marzo: non l’abbiamo toccata in nessun modo quest’anno, anche perchè le Camelie hanno pochissimo bisogno di potature se non per riordinarne un pò la forma, le abbiamo solo aggiunto un pò di torba per tenere il terreno più acido, cosa che lei (e le sue vicine Azalee) gradiscono molto!