Oggi finalmente, dopo giorni e giorni di pioggia battente, a Torino splende un bellissimo sole invernale. Aria fredda ma limpidissima, cielo azzurro e terso. Sarà forse quello che mi ha fatto finalmente passare questa noiosissima influenza che mi ha beccata a inizio settimana? Sarà che guardare fuori e vedere sereno mi fa stare meglio? Oppure senza tanta poesia è il paracetamolo che finalmente sta facendo effetto??? 🙂
Bando alle ciance, il mio post di oggi prevedeva di parlare di una categoria di piante che siamo soliti usare come piante d’appartamento, ma siccome il tempo è di quelli da passeggiata in giardino e non da stare chiusi in casa, allora ne approfitto per raccontarvi di un’altra pianta in fiore in questo periodo nel mio giardino d’inverno.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

E’ la Daphne Odora “Aureomarginata”, un piccolo arbusto sempreverde che fiorisce tra febbraio e aprile, le sue foglie verdi scure sono contornate al margine da un bel giallo dorato che ci regala un tocco di colore anche quando non è in fioritura. Se state cercando un piccolo arbusto che vi faccia compagnia in inverno, riempiendo in modo discreto qualche angolo del vostro giardino oppure che arricchisca con foglie colorate e fiori invernali il vostro balcone o terrazzo, la Daphe potrebbe fare per voi! Nelle foto che posto oggi, oltre ad essere un esemplare di quasi un anno quindi piuttosto piccolo, non è ancora in piena fioritura per cui provvederò a farne altre quando sarà esplosa!!

Ecco i miei suggerimenti di coltivazione:
– la Daphne è un arbusto di piccole dimensioni (raggiunge massimo 100-120 cm in piena terra), sempreverde e dalla crescita piuttosto lenta

– vive bene in mezzombra (patisce il sole diretto soprattutto nella stagione calda) ed è facile da coltivare in piena terra, magari come bordura bassa di arbusti più grandi o piccoli alberi. In vaso invece necessità di qualche accortezza in più, in particolare conviene miscelare di tanto in tanto la sua terra con un pò di torba perchè gradisce il terreno un pò più acido. Ricordatevi sempre anche in questo caso di metterlo in una posizione piuttosto ombreggiata.
– innaffiatela con parsimonia…patisce il terreno eccessivamente umido, anzi, tollera meglio un paio di giorni di siccità.
– i suoi fiori, rosa e bianchi, sbocciano tra febbraio e aprile, proprio nel momento in cui si desidera fortemente vedere rinascere il proprio spazio verde, e emanano un profumo che fa davvero tanto primavera!
– in quanto arbusto dalla crescita piuttosto lenta non necessita di potature, nel caso però vogliate ridimensionarlo o armonizzarne la crescita la potatura va fatta a fine della fioritura, nel momento in cui la pianta produrrà nuovi getti fogliari