E chi dice che le cipolle e l’aglio siano solo da utilizzare in cucina? Guardate qui!

L’immagine che vedete qui sopra (copyright della mia amica Daniela!!) è di una cipolla rossa…avete presente quando utilizzate solo mezza cipolla e l’altra la lasciate in frigo, dimenticandovene perchè di fatto la cipolla non è proprio il vostro alimento preferito? ecco, a me succede spessissimo e quindi questo sarà quello che farò di qui in avanti quando la mia cipolla non sarà più “al massimo della sua forma”. Infatti, una cipolla lasciata vegetare in un bel vaso ornamentale diventa così! Non è bellissima? da brava bulbosa quale è, produce lunghe foglie e infiorescenze molto importanti.
Molto simile e altrettanto d’effetto è l’aglio. Quest’anno ho scoperto sia la varietà di Allium Ursino, di cui ci ha parlato Cristiana durante la sua speciale lezione di cucina con le piante spontanee, che necessita di una esposizione ombreggiata e le cui foglie possono essere sminuzzate e utilizzate per insaporire la vostra cucina come alternativa all’aglio che tutti conoscete. Ma esiste ancora un’altra varietà di aglio, che è l’aglio ornamentale e che nulla ha a che vedere con l’aglio normale nè in termini di utilizzo (non è commestibile!!) e nè in termini di profumo…vale a dire, il suo fiore NON sa di aglio, quindi non abbiate paura di utilizzarlo!
L’Allium ornamentale esiste in molte varietà, è una bulbosa e quindi produce fiori e foglie in primavera/estate, mentre in stagione di riposo in inverno non avrà vegetazione. La parte più interessante della piante è costituita da un alto stelo florale (alto fino a mezzo metro e in alcune varietà anche di più…) che culmina in un’unica infiorescenza tondeggiante di colori diversi, della durata anche di più di un mese. La sua esposizione ideale è al sole ma tollera molto bene anche le zone di mezz’ombra. Io ne ho comprati un paio e ho provato a metterli in mezz’ombra, sono curiosa di vedere se la fioritura durerà più a lungo e se le foglie patiranno meno il caldo (si sono ingiallite quasi subito, anche se credo che sia un fenomeno normale dovuto all’avanzare della stagione). Per il suo portamento eretto così come per la sua foglia caduca, sta molto bene abbinata a piante dal portamento più basso a cui darà un bell’effetto di verticalità. Se potete non sceglietele striscianti come è ad esempio la Vinca, ma piuttosto sufficientemente folte e alte da mascherarne un pò le foglie che da maggio in avanti non sono bellissime. Se poi sono sempreverdi, meglio ancora… I miei due per il momento stanno uno in mezzo alle azalee e l’altro dietro la Dicentra Spectabilis e le Aquilegie, perenni caduche ma dal portamento adeguatamente basso.